A.C.E. UDINE

ASSOCIAZIONE CONTRO L’ELETTROSMOG DI UDINE

 

Aiuta le amministrazioni comunali, ad iniziare da quella del Comune di Udine, a ragionare sui risultati e sui limiti delle iniziative condotte in modo autonomo.



Conduce propone iniziative aggiuntive mirate a ridurre l’inquinamento prodotto da apparati quali le antenne per gli impianti di telefonia mobile a partire da basi scientifiche.



Educa e sensibilizza le persone che utilizzano apparati all’Inquinamento Elettromagnetico sui rischi e sui danni oramai documentati che il loro uso sregolato è capace di produrre




ACE Udine è presente anche su Facebook, dove potete contattarci e trovare ulteriori news e commenti

ACE fa 3 cose

L’ACE è l’Associazione costituita il 18 febbraio 2010 pensata per consolidare l’attività di contrasto all’inquinamento elettromagnetico svolta dal Comitato contro le antenne attivo dal 2002.

L’Associazione è costituita da persone che si impegnano per cercare di ridurre il rischio e i danni da inquinamento elettromagnetico nel comune di Udine e nei comuni limitrofi alla cerchia urbana.

COMUNICATO
STAMPA

Il 3 marzo 2011 la Regione Friuli V. G. ha approvato la L. R. 119\2011 sulle “Norme in materia di telecomunicazioni”.
L’obiettivo dichiarato è lo snellimento delle procedure di gestione e di installazione delle antenne per la telefonia mobile, ma invece sono stati introdotti molti elementi negativi destinati a ritorcersi contro i cittadini:

  I “Piani comunali di settore per la localizzazione degli impianti” saranno sostituiti da semplici “Regolamenti comunali per la telefonia mobile”.
 La precedente legge elencava le localizzazioni incompatibili (e le vietava su alcuni edifici e…); ora si demanderà tutto ai regolamenti comunali per la telefonia mobile...
 Una nuova antenna potrà essere collocata semplicemente con una SCIA, ossia una procedura semplificata, che permetterà l’avvio dei lavori il giorno stesso della comunicazione...
  I processi partecipativi della popolazione sono assenti o poco incisivi.
 L’assoluta assenza di riferimenti al “Principio di precauzione”...

Clicca qui per leggere 
tutto il comunicatohttp://www.aceudine.it/CMNCT_STMP_17mar11.pdfhttp://www.aceudine.it/CMNCT_STMP_17mar11.pdfshapeimage_4_link_0shapeimage_4_link_1